Collezione “The Ten”: Nike e Virgil Abloh propongono 10 cult in chiave moderna


Virgil Abloh e Nike insieme, in una missione che preleva le tradizioni per catapultarle nel presente e nel futuro, stravolgendole ma seguendo quello stile inconfondibile proprio di questo brand. Parliamo della collezione The Ten: una vera e propria rivisitazione di 10 modelli di calzature Nike che hanno fatto la storia di questo marchio e di numerose generazioni di sportivi e non. Modelli che ancora oggi ottengono un grandissimo successo e che sono disponibili ovunque, anche su e-commerce come yoox.com che ha un’intera sezione dedicata alle scarpe Nike. La regola di ogni rivisitazione è scegliere un progetto e tramutarlo in qualcosa di completamente nuovo: ed ecco che le creazioni di Virgil Abloh, paragonabili a vere e proprie opere d’arte, sovvertono qualsiasi aspettativa.

 

Chi è Virgil Abloh e quale rapporto ha con Nike?

 

Virgil Abloh è un creative designer americano, cresciuto con la passione per le calzature Nike, e nello specifico le Air Jordan. Ma non è un designer qualunque: a soli 36 anni, può già vantare diverse collaborazioni importantissime, come ad esempio il fatto di aver vestito il famoso rapper Theophilus. Parliamo quindi di una personalità creativa nata negli anni ’80, e dunque in pieno clima hip hop e street, con uno stile che ricorda i graffiti, che si fonda su colori accesi e prorompenti, ma sempre votato alla rivoluzione e alla destrutturazione, in modo quasi impertinente. Non a caso, Virgil Abloh ha sempre trovato in Nike un orecchio più che attento alle sue idee: in passato i due avevano già collaborato per la creazione delle divise della squadra di calcio parigina Melting Passes, e per una serie di video con star del calibro di Alicia Keys e Serena Williams.

 

The Ten: Virgil Abloh reinventa i grandi classici Nike

 

La collezione The Ten vede la suddivisione in due gruppi: da un lato il Revealing, e dall’altro il Ghosting. Il primo gruppo include grandi classici Nike come le Air Jordan, le Air Max e le Blazer Mid, mentre il secondo gruppo include altri modelli di grande spessore, come ad esempio le Converse Chuck Taylor, le Air Max 97 e le Hyperdunk 2017. Ma a cosa è dovuta questa separazione? A una vera e propria questione di stile: i modelli Revealing sono stati rivisitati modificando i dettagli della struttura, applicando scritte e strappi, mentre le Ghosting sono caratterizzate dall’applicazione di una tomaia trasparente, di grande impatto visivo.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *