Lacoste cambia il coccodrillo. Ecco perchè


Sembra uno scoop: Lacoste cambia il coccodrillo. Una di quelle notizie che non vorresti mai leggere oppure di quelle notizie che non ti cambiano la vita o quelle che aspettavi da tempo. Ed ora è così. Un marchio importante come quello di Lacoste cambia il coccodrillo, un’icona, un simbolo di riconoscimento indissolubile perde il suo posto, la sua collocazione storica. Lì, sopra quella maglietta, o per essere più precisi su quella polo, che ha una connotazione sociale importante, una di quelle che ti fa dire “ah hai una Lacoste”, un capo riconoscibilissimo che oggi, lasciatemelo dire conosciamo quasi tutti (aggiungo che Lacoste produce anche altri indumenti e scarpe che possiamo dirlo… hanno un loro perchè).

Ma torniamo alla questione “coccodrillo”. Quella che sembra una notizia shock (forse) o negativa, in realtà ha un suo risvolto positivo. Il coccodrillo lascerà spazio a diversi animali per una giusta causa.
Il marchio Lacoste infatti ha deciso di sostituire l’animale di cui non conosciamo il verso (passatemi questo riferimento dai) con animali in via d’estinzione.

Lacoste cambia il coccodrillo. Ecco perchè

Dieci animali per l’esattezza, per sostenere il progetto “Save Our Species” in collaborazione con l’Unione internazionale per la conservazione della natura. Le polo saranno in edizione limitata, tante magliette quanto il numero di animali di quella specie presenti nel mondo e leggendo i numeri, vi assicuro che non sono molti.

Inutile ribadire qui la nobiltà del gesto per un’azienda che non ha bisogno di presentazioni e fare qualcosa di buono non le toglie nulla anzi.

Le polo costeranno 150€ l’una (respirate!!!) ma dai, potete dire di avere una maglietta unica! Che sia con il gibbone di Cao Vit, un bue, il kakapo, una tigre, la focena della California o il rinoceronte di Giava, la tartaruga bismana o un’iguana, un condor o il lepilemure (questi gli animali inseriti dall’azienda).

Che dite? Ci fate un pensierino?

Fatemelo sapere  nei direct di Instagram sul mio account @emanueleamicucci

Lacoste cambia il coccodrillo. Ecco perchè

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *